20 Settembre 2020

Per leggere un libro si trova sempre del tempo

01-11-2017 20:15 - Scuola Secondaria di Crespina
Quest´anno la manifestazione " Caro figlio, vorrei leggerti....", mi è piaciuta in modo particolare, infatti l´ho seguita più volentieri rispetto all´anno scorso. I genitori sono stati molto bravi ed ognuno di loro ci ha insegnato qualcosa.
A me sono piaciute in modo particolare due storie. Linda ci ha voluto leggere alcune pagine della vita di Rose Parks, una donna di colore che è vissuta negli Usa ai tempi della discriminazione razziale. Donna audace e coraggiosa, un giorno stanchissima dopo una giornata di duro lavoro, infranse tutte le regole sedendosi in un posto dell´autobus riservato ai bianchi. Da quel giorno non si sottomise più a nessuno, sposandosi con un uomo come lei, che mise su un negozietto dove ammetteva solo gente di colore. Questa storia per me è molto significativa perché fa riflettere sul tema della discriminazione dei neri, che è un tema sempre attuale.
Il racconto che ha colpito tutti è quello del nonno prigioniero in un campo di concentramento. E´ stata una storia davvero appassionante, ricca di dettagli, curiosità e colpi di scena. Ero molto curiosa di sentire una storia come questa, perché fino ad oggi l´avevo visto solo alla televisione o l´avevo letto sui libri, ma sentirla raccontare da qualcuno che l´ha vissuta veramente rende tutto più interessante e vero.
"Caro figlio, vorrei leggerti.." è stata una manifestazione divertente e affascinante, piena di tante meravigliose avventure, che ci hanno fatto capire che per leggere un libro si trova sempre del tempo.

Maria seconda B


Fonte: Serena Campani

Realizzazione siti web www.sitoper.it