22 Settembre 2020

La scelta della Geografia

12-09-2018 14:23 - Scuola Secondaria di Crespina
La scelta della geografia.

Ancora una volta pongo come tema centrale di lavoro nell´ istituto la riflessione sulla "geografia". "La geografia studia i rapporti delle società umane tra loro e con il pianeta che le ospita. E´ disciplina ´di cerniera´ per eccellenza poiché consente di mettere in relazione temi economici, giuridici, antropologici, scientifici e ambientali di rilevante importanza per ciascuno di noi. In un tempo caratterizzato dalla presenza a scuola di alunni di ogni parte del mondo, la geografia consente il confronto sulle grandi questioni comuni a partire dalla conoscenza dei differenti luoghi di nascita o di origine famigliare"

Questo è quanto è scritto nelle Indicazioni nazionale del ministero all´ inizio del paragrafo sulla geografia. Ma è necessario e utile leggere con attenzione quello che viene dopo che, se unito - in particolar modo nella scuola secondaria- alle Indicazioni riguardo alla tecnologia " lo studio e l´esercizio della tecnologia favoriscono e stimolano la generale attitudine umana a porre e a trattare problemi, facendo dialogare e collaborare abilità di tipo cognitivo, operativo, metodologico e sociale....La tecnologia si occupa degli interventi e delle trasformazioni che l´uomo opera nei confronti dell´ambiente per garantirsi la sopravvivenza e, più in generale, per la soddisfazione dei propri bisogni".....ci rendiamo conto di quanto sia necessario, importante ed utile uno studio della geografia e della tecnologia ben fatto. Non relegato quindi alle due ore residuali ma disciplina cerniera per eccellenza. Mi piacerebbe che le mappe generatrici tenessero conto sempre di queste indicazioni.

Estratto dal documento "Pensieri e riflessioni per l´inizio dell´anno scolastico" della dirigente Daniela Pampaloni.


Fonte: Serena Campani

Realizzazione siti web www.sitoper.it