30 Novembre 2020

I PERICOLI DEI SOCIAL - le nostre impressioni

06-04-2016 21:20 - Scuola Secondaria di Santa Luce
Dopo l´incontro con genitori avvenuto lo scorso 03 marzo, il giorno 23 marzo la Polizia Postale ha incontrato i ragazzi. Queste le impressioni di alcuni di loro: Il giorno mercoledì 23 marzo alle ore 10,30 è venuto da noi un rappresentante della Polizia Postale che ci ha parlato dei pericoli dei social network. Ci ha spiegato che ci sono dei siti molto pericolosi per noi minorenni in cui non dobbiamo cliccare. Poi noi gli abbiamo fatto delle domande anche molto complesse, ma nonostante questo ci ha risposto con interesse. È stato un incontro molto utile e quello che ci ha detto sicuramente ci servirà. (Sara F.) … sono d’accordo con lui per le sue riflessioni. Ci ha fatto molti esempi di ragazze e ragazzi che si postano nudi davanti ad uno schermo senza sapere cosa vi si trova dietro. Molti di questi casi hanno portato la persona al suicidio … (Stefano C.) Anche se non ho il telefono questa ora di lezione mi è servita così starò attenta per quando lo avrò … (Valeria B.) … è stato molto interessante e ci ha aiutato a capire cose che non sapevamo e ora cerco di navigare in Internet stando attenta. (Rebecca B.) … l’incontro con la Polizia Postale è stato molto istruttivo. Il poliziotto è stato bravo, paziente e simpatico. Mi ha fatto capire che il telefono non è un mezzo con il quale fare scherzi o scrivere parole offensive verso compagni, insegnati o amici, ma va usato in modo moderato e corretto. (Luca M.) … non potevo credere che certa gente potesse arrivare a tanto. Credo che tanta gente non sa i pericoli che si nascondono dietro i social network. Alcuni dicevano di bruciare il telefono o cose del genere. Ma non sarebbe meglio non farle e basta queste cose? Ad alcune persone servirebbe una lezione su questo … (Marta N.) … non sapevo che dietro i Social Network ci fosse del pericolo. Se lo sapevo non avrei preso il telefono … (Luca G.) … il poliziotto ci ha spiegato i pro e i contro di Internet e dei Social Network. Ho scoperto che cos’è la pedofilia pornografica e che fare foto agli altri o mandargli dei messaggi con parole offensive può comportare dei rischi e addirittura il carcere per me e per il mio tutore. (Lorenzo L.)

Realizzazione siti web www.sitoper.it